Per poter garantire un trattamento dei dati affidabile, sicuro e etico, abbiamo ricevuto il mandato, dalla Confederazione (SEFRI) e dai Cantoni (CDPE), per sviluppare una politica d'utilizzo dei dati per lo spazio formativo svizzero (in particolar modo per la scuola dell'obbligo e per il livello secondario II).

La fase di sviluppo del progetto, che è durata un anno, è quasi terminata. La fase operativa inizierà il 1. luglio.

Ne consegue che:

1. Le domande relative all'utilizzo dei dati e alla protezione dei dati nel sistema educativo

... possono essere inviate allo sportello. In una prima fase, i membri delle direzioni delle scuole e dei servizi amministrativi dell'educazione possono porre domande di carattere legale, tecnico e etico al nostro servizio desk, che ne elaborerà le risposte.

In merito allo sviluppo di una politica d'utilizzo dei dati, per lo sportello è importante:

  • sapere quali sono le domande più urgenti riguardo l'utilizzo e la protezione dei dati, come pure essere al corrente degli interventi più importanti necessari, e
  • garantire un continuo sviluppo delle conoscenze.

2. I progetti d'utilizzo dei dati

... possono essere sottoposti nell'ambito del programma tramite il formulario di richiesta. Nei prossimi tre anni, forniremo un supporto metodologico a 10 progetti e, laddove è necessario, li sosterremo fornendo le infrastrutture adeguate. I prerequisiti indispensabili per partecipare a questo programma sono il finanziamento garantito del progetto e un legame con lo spazio formativo svizzero. I progetti verranno giudicati in base a dei criteri di valutazione e, dopo che saranno selezionati, saranno man mano introdotti nel programma.

Il programma mira in particolare a:

  • identificare e analizzare gli aspetti centrali del trattamento dei dati nell'educazione
  • rendere visibili il potenziale e le sfide.

Le conoscenze acquisite attraverso lo sportello e il programma vengono prese in considerazione per lo sviluppo di una politica d'utilizzo dei dati. Verranno elaborate delle proposte d'intervento destinate ai decisori. L'obiettivo è di creare un chiaro valore aggiunto per il sistema educativo attraverso un utilizzo mirato dei dati. Inoltre, sarebbe ideale raggiungere una maggior coerenza su scala nazionale nel trattamento dell'utilizzo e della protezione dei dati.

Ragion per cui, il nostro sito internet sarà adattato a partire dal 1. luglio e sarà completato con l'accesso online al servizio desk. Se desiderate sottoporre un progetto, e dunque partecipare allo sviluppo della futura politica d'utilizzo dei dati nel sistema educativo svizzero, siamo a vostra disposizione al seguente indirizzo di posta elettronica data@!zilch!educa.ch.

Articoli correlati

In un mondo digitale, la trasmissione dei diplomi e dei certificati di lavoro analogici pone problemi e genera una montagna di dati personali. I giustificativi digitali possono essere d'aiuto in questo senso, poiché migliorano due aspetti: la connettività – ovvero la trasmissione nel modo più semplice possibile – e il risparmio di dati di tali scambi. Nel quarto video della serie «Blockchain nella formazione» vi mostriamo come si effettua concretamente tutto ciò.

La nuova legge federale sulla protezione dei dati (nLPD) entrerà in vigore il 1. settembre 2023. Cosa significa la nuova legge sulla protezione dei dati per le scuole? Innanzitutto, per le scuole pubbliche, si applica come prima la rispettiva legge cantonale sulla protezione dei dati.

La nostra nuova serie di podcast (disponibile in tedesco e in francese) è dedicata al tema «I dati nello spazio formativo digitale». Il primo episodio di questa serie risponde alle seguenti domande: che cosa sono i flussi di dati, perché sono importanti e che cosa possono insegnarci?